lo studio.

Lo studio del Dr. Guazzi Paolo apre nel 1990 a Modena centro in Via dei Servi.
Successivamente si sposta in Via Scarpa ed infine, dal 2002, nella sede attuale in Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 69 sempre a Modena, Tel. 059 390726.
Questa sede, negli anni ha dimostrato di poter rispondere al meglio alle imperanti necessità di facile accesso, ampio parcheggio e di massima tranquillità dei luoghi di terapia.
Raggiungibile da tutte le principali direttrici stradali (anche nel caso di blocco invernale antiinquinamento del traffico) e dai mezzi pubblici, questa sede è perfettamente compatibile con l'accesso ai disabili.

La struttura di 200 mq con quattro unità operative e due segreterie, opera nel totale rispetto delle normative vigenti ed è in regola con tutte le attuali specifiche sanitarie.

 


RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

Se navighi con uno smartphone clicca direttamente il nostro numero per metterti in contatto con lo studio

059-390726







Puoi contattarci anche in chat (no chiamate) al nostro account di Skype, ti risponderemo il prima possibile. Clicca sul pulsante Chat che trovi sotto.

Modulo Prenotazione

Effettuata la prenotazione sarai contattato dalle nostre Assistenti via Email/Telefono per la Conferma.



Autorizzo al trattamento dei miei dati personali.
Ho letto e accettato l'informativa sulla Privacy

INVIA LA TUA RICHIESTA

 

chirurgia orale

Questa parte della Odontoiatria permette al medico di affrontare situazioni cliniche di una certa complessità, a volte non altrimenti risolvibili.
Possiamo parlare di distinte pratiche chirurgiche che fanno parte del bagaglio culturale dell’Odontoiatra:
  • Chirurgia Exodontica, che riguarda le estrazioni dentarie e dei Denti del giudizio;
  • Chirurgia Preprotesica, la quale migliora la situazione di osso,denti e gengive prima di costruire i ponti e le protesi in genere (sia fisse che mobili);
  • Chirurgia Parodontale, che tratta i problemi di gengive e osso quando questi soffrono di Malattia Parodontale (o Piorrea);
  • Chirurgia Endodontica, fondamentale per trattare granulomi e infezioni delle radici dei denti;
  • Chirurgia Implantare per il posizionamento degli Impianti Dentali;
  • Chirurgia Rigenerativa ossea Parodontale o Preimplantare per rigenerare rispettivamente l’osso di sostegno dei denti perso per Piorrea, o l’osso dove si dovranno fare poi gli Impianti.


leggi tutto..

parodontologia

Questa parte della Odontoiatria si occupa del trattamento delle strutture di sostegno del dente.
Le strutture di sostegno del dente sono l’ Osso, dove sono infisse le radici, leGengive che ricoprono l’osso ed il Legamento che collega la radice del dente all’osso.
Queste tre strutture si definiscono Parodonto.
Le strutture di sostegno del dente sono la parte più importante, anche più importanti del dente stesso!!

Purtroppo la maggior parte delle persone non ne è al corrente.
Infatti la malattia delle strutture di sostegno del dente può causare la mobilità e poi la caduta del dente, anche se questo è perfettamente sano!
Un tempo questa malattia veniva chiamata Piorrea, oggi si dice Parodontite oMalattia Parodontale (cioè infiammazione del parodonto).

leggi tutto..

odontoiatria conservativa

E’ quella parte della Odontoiatria che si occupa delle Otturazioni e delle Ricostruzioni dei denti, sia vitali che devitalizzati.
I materiali che vengono utilizzati per queste “riparazioni” sono sostanzialmente due: le Resine Composite e l’Amalgama d’Argento.

Uno degli aspetti più apprezzati dal Medico nelle Resine Composite riguarda la loro “adesività”.
Per meglio dire, queste sostanze si legano al dente con un meccanismo adesivo grazie a una “colla”, che unisce il materiale al dente.
Questo meccanismo adesivo permette di “rinforzare” il dente e, inoltre, di limitare al minimo la rimozione di tessuto non cariato, per cui si dice che le Resine Composite sono materiali più “conservativi” per il dente.


leggi tutto..

   
 




LEGGI LE RECENSIONI
SULLO STUDIO
 
domande frequenti:

Quando si deve devitalizzare un dente?

Il dente si deve devitalizzare quando è compromesso il nervo, e questo può accadere se la carie è profonda ed arriva al nervo o quando si ha un trauma (frattura del dente) con l’esposizione del nervo.

Ogni quanti mesi si consiglia di fare la pulizia dei denti?

L’igiene professionale in studio si consiglia di farla mediamente ogni sei mesi, poi sarà il Medico d’accordo con la Vs. igienista a decidere se potete farla più raramente o meno, dipende da voi e da come “lavorate “ a casa.

In che situazione vengono consigliati gli intarsi?

Gli intarsi vengono consigliati quando ci sono esigenze estetiche, cioè quando si vogliono sostituire le grosse otturazioni in metallo o quando il “buco” lasciato dalla carie è molto grosso.
Questi ,infatti, vengono proposti al posto delle otturazioni in composito (bianche) quando la parte del dente da ricostruire è molto estesa.

Il trattamento sbiancante va ripetuto frequentemente?

Questo è molto soggettivo, in quanto va ripetuto quando ne vede la necessità il paziente, ovvero quando nota che i denti non sono più bianchi come voleva lui.
Normalmente è un trattamento che si ripete ogni 18-24 mesi, tempo in cui il colore diventerà un po’ più intenso per un processo naturale di invecchiamento dei denti.
Il discorso è diverso per i denti devitalizzati che vengono sbiancati definitivamente e per sempre, con un solo trattamento (3 o 4 sedute).

In quali casi si ricorre ad un impianto?

L’impianto viene eseguito quando si vuole mettere uno o più denti mancanti.
Nell’odontoiatria tradizionale questo veniva sostituito eseguendo un ponte limando un dente prima e quello dopo (il più delle volte sono denti sani) danneggiandoli permanentemente.
A questo tipo di problema si può sopperire mettendo una radice artificiale in titanio (materiale biocompatibile) al posto del dente che manca, costruendoci sopra una corona protesica.
Altre volte si ricorre agli impianti per stabilizzare delle protesi totali che ormai non stanno “ferme”.
In questo caso si eseguono dai 2 ai 4 impianti sui quali vengono messi dei “bottoni” ,o una “barra” , sui quali si incastra la protesi per dargli stabilità.

Per una buona igiene orale cosa sono le cose da fare? Il dentifricio è indispensabile?

Per avere una buona igiene orale è importante usare in maniera costante e corretta (come Vi ha insegnato la Vs. igienista) lo spazzolino e il filo interdentale. Lo spazzolino va usato dopo i pasti principali, mentre per il filo è bene usarlo 1 volta al giorno, meglio se di sera, oppure quando si ha un po’ più di tempo (meglio fatto bene la mattina piuttosto che fatto male la sera). Il dentifricio non sarebbe indispensabile, perché è il movimento meccanico delle setole che pulisce il dente, però può essere piacevole usarlo per la sensazione di freschezza che dà. Inoltre ci sono dentifrici che rilasciano fluoro che comunque sono un beneficio per lo smalto dei denti, o quelli che contengono sostanze desensibilizzanti utili a chi presenta questo tipo di problema (denti sensibili).

» leggi tutte le domande
 

Guazzi Studio Odontoiatrico
Dott. Guazzi Paolo
viale Carlo Alberto Dalla Chiesa 69,
41126 Modena (MO) Italy
Tel: 059-390726
Fax: 059-303945
E-Mail: studio@guazzipaolo.it